Logo Milazzo Flora

La "GARDENIA"..

17 Maggio 2019

La gardenia è tra le piante da giardino più popolari e richieste in Europa per i deliziosi fiori bianchi dal profumo intenso…

Appartenente alla famiglia delle Rubiaceae, le varietà di gardenia sono circa 200 e provengono quasi tutte dall’Asia tropicale e dall’Africa.

I fiori di questo genere di colore bianco, emanano un profumo dolce e intenso; le foglie verdi lucente ne esalta il candore dei fiori. Raggiunge ampiamente i 2 m di altezza e fiorisce prosperamente in estate. Le varietà più spesso coltivate sono la Gardenia Jasminoides (sin. Multiflora) e la Grandiflora.

I profumatissimi fiori bianchi di questo genere si sviluppano in estate.

È più adatta alla coltivazione in serra o in appartamento che a quella all’aperto: solo nelle regioni a clima temperato-caldo (come in Italia meridionale, sulla Riviera e sulle coste di alcuni laghi) può vivere costantemente all’esterno, altrimenti nella stagione fredda dev’essere ritirata in un luogo riparato.

La gardenia può conservarsi rigogliosa per parecchi anni se si seguono particolari accorgimenti. Ha bisogno di molta luce, e predilige zone parzialmente soleggiate e temperature miti, comunque sempre sopra i 15° C. D’inverno va sistemata nel punto più luminoso dell’appartamento, mentre d’estate cresce meglio se posta all’esterno e non al sole diretto. Va tenuta molto umida nel periodo primaverile-estivo, mentre d’inverno bisogna diradare le innaffiature e sospendere le concimazioni. Un buon fertilizzante liquido è quello specifico per piante acidofile, da utilizzare a ogni innaffiatura.

Per potarla si accorciano i rami più grossi, mantenendo una forma ordinata; si possono cimare le punte in estate per infoltire la pianta. Si riproduce per talea o margotta, prelevando germogli lunghi circa 5 cm alla fine dell’inverno.

Tecnica di coltivazione: 

È una pianta molto esigente: la temperatura deve rimanere costante e non scendere mai al di sotto dei 13 °C.

È necessario collocarla in una posizione molto luminosa, ma non esposta direttamente ai raggi solari.

Annaffiature:
Le annaffiature devono essere regolari, più frequenti in estate, ma mai troppo abbondanti, per evitare ristagni idrici; meglio utilizzare acqua piovana o depurata perché non tollera il calcare.
Cresce bene in un terreno ricco di sostanza organica, acido e leggero; esistono terricci appositi per la coltivazione in vaso.

Cure:
Per mantenere la necessaria umidità atmosferica, nel caso di una coltivazione in vaso, é meglio porlo in una ciotola con ghiaia costantemente bagnata, evitando di raggiungere con l’acqua la base del vaso. Non va rinvasata in contenitori di diametro troppo grande. La gardenia soffre i ristagni d’acqua, dovuti magari a eccessive innaffiature d’inverno o a drenaggio insufficiente. Inoltre, come altre piante da fiore (rododendro, azalea, ecc.) ha bisogno di terreno acido. Un rinvaso adeguato è senz’altro un’operazione utile per risolvere le carenze o prevenirle.

 

SCOPRI IL NOSTRO PRODOTTO
Clicca qui

©  Realizzazione Sito Web Synthetic Lab